Come riconoscere i salumi migliori

Riconoscere un buon salume è molto importante per un salumiere, perché permette di scegliere i prodotti migliori e di poter offrire ai propri clienti i consigli più giusti.

All’assaggio vengono prese in considerazione numerose caratteristiche tra le quali l’aspetto visivo, gli odori, i sapori, gli aromi e la giusta masticabilità.

Il prosciutto cotto, quando è di qualità, non si sfilaccia al taglio, la carne è di un rosa/rosso omogeneo e non troppo lucida. All’assaggio poi, il gusto deve trovare un giusto equilibrio tra salato e dolce. Nel prosciutto crudo è invece importante che ci sia una certa proporzione tra parti magre e parti grasse: il grasso deve essere presente nella parte esterna e non troppo all’interno della fetta. Il colore non deve essere troppo scuro e l’odore non deve ricordare quello della carne fresca.

La migliore mortadella invece si riconosce subito dal profumo intenso, dalla carne rosa ben compatta e da un’equilibrata presenza di parti grasse. Lo speck è un salume naturalmente magro, è caratterizzato da un profumo intenso e un meraviglioso sapore speziato.

E voi? Quali sono gli elementi che valutate per riconoscere i salumi migliori? Quali sono le caratteristiche che non possono mancare nei prodotti che proponete? Scriveteci a blog@salumieriditalia.it, saremo lieti di aggiungere a questa lista anche i vostri consigli!