Gluten free: con Rovagnati è più semplice!

Negli ultimi anni sembrano aumentare i clienti con speciali esigenze alimentari, in particolare le persone affette da celiachia, una malattia autoimmune che obbliga chi ne è colpito a non assumere glutine, neanche in piccolissime quantità.

Non sta aumentando la diffusione della malattia, ma stanno aumentando le diagnosi ed è per questo che le richieste speciali sono sempre più frequenti. Poter soddisfare le esigenze anche di clienti celiaci non è poi così difficile se si sa come farlo.

Bisogna, naturalmente evitare di utilizzare ingredienti che contengano i cereali vietati (il glutine è una componente proteica presente ad esempio, nel frumento, orzo, farro, segale e kamut) e riuscire ad evitarlo anche quando è “nascosto”. Molti prodotti insospettabili, infatti, possono contenere questo particolare ingrediente. Ad esempio i salumi, ma Rovagnati è un ottimo alleato perché grazie all’ampia scelta che offre, è facile trovare specialità che ne siano prive.

Qui si possono trovare le linee guida base per iniziare ad orientarsi tra prodotti naturalmente privi di glutine, quelli proibiti e quelli a rischio e sulla cui confezione è necessario che ci sia la scritta “Senza Glutine” a garanzia dell’assenza della proteina incriminata.

Bisogna poi porre attenzione agli strumenti utilizzati durante la preparazione per evitare le contaminazioni, devono essere ben puliti e dedicati solo a preparazioni prive di glutine. Infine nel caso si tratti di prodotti per un catering devono essere ben confezionati per evitare che entrino in contatto con alimenti con glutine, se invece li servite nella vostra gastronomia può essere una buona idea coprili o tenerli distanti da alimenti non sicuri.