Fusilli gratinati al forno

Sapere quando e da chi è stata preparata la prima pasta al forno è praticamente impossibile perché ci sono testimonianze che la pasta fosse comune nelle tavole occidentali e asiatiche sia dalla nascita dell’agricoltura.

Si immagina che l’aggiunta di ingredienti ad un condimento più semplice sia la conseguenza della necessità di recuperare gli avanzi evitando così inutili sprechi.

La pasta al forno si può dividere in due grandi categorie: da un lato quella con besciamella da cui deriverebbero la lasagna e il cannelloni specialità che si pensa abbia origine nelle corti rinascimentali del centro nord come variante povera dei più sontuosi pasticci di carne. Dall’altro la pasta più tipica delle regioni meridionali, detta pasta ‘nfurnàta o ‘ncasciata e preparata con pasta corta o media come ad esempio rigatoni, penne, tortiglioni o gli anellini, tipici di Palermo. Questa tradizione affonda le sue origini nei sontuosi timballi di origine araba, introdotti in Sicilia durante la dominazione risalente al IX secolo.

Non esiste una ricetta codificata, è il tipico piatto diverso in ogni famiglia.

Provate a preparare questa versione semplice e veloce e che sicuramente riuscirà a soddisfare i palati dei vostri clienti più esigenti!

 

Ingredienti per una teglia

500 g di fusilli

300 ml di passata di pomodoro

500 ml di besciamella

2 mozzarelle

200 g di prosciutto cotto

100 g di formaggio grattugiato

1 cipolla

Sale q.b.

Prezzemolo q.b.

 

Preparazione

Mentre cuoci la pasta molto al dente in abbondante acqua salata, prepara il sugo soffriggendo la cipolla, aggiungi poi la passata di pomodoro e insaporisci con un pizzico di sale. Taglia grossolanamente la mozzarella e il prosciutto cotto. Condisci i fusilli con il sugo di pomodoro, il prosciutto la mozzarella e il prezzemolo tritato. Disponi la pasta nella teglia e ricoprila con la besciamella. Spolvera con il formaggio grattugiato e inforna per circa 15 minuti.